La nostra storia dal 1980

Offriamo l’opportunità di vivere un prodotto nato da persone
che lavorano con creatività pensando alle esigenze di tutti.

La stanza da bagno è un ambiente complesso, dai mille significati, mutati nel corso dei secoli di pari passo ai concetti di igiene, intimità, privacy, vanità. Ripercorrerne l’evoluzione permette di svelare aspetti importanti e talvolta curiosi della nostra cultura, del costume, della società o della pubblicità. E di coglierne il legame con la nostra storia personale.

Una delle mie ambizioni – il mio sogno – è scrivere un giorno un libro sulla storia italiana del bagno, raccontandola attraverso le singole storie delle piccole e medie imprese che hanno contribuito a farla, questa storia, insieme a quella del nostro Paese.

Aziende concepite in una soffitta, quando ancora era possibile farlo e la burocrazia non ti tarpava le ali prima ancora di cominciare.

Aziende nate in anni in cui il concetto di stanza da bagno era molto diverso e che hanno contribuito al mutamento. Aziende come Lineabeta, appunto.

E quando la storia del bagno, le storie di famiglia, le storie aziendali e la mia personale si mescolano tra loro, iniziano a brillarmi gli occhi.

Sfogliando i cataloghi Lineabeta, dai primi stampati negli anni ’80 – quelli con le illustrazioni, senza foto e senza tanti fronzoli, quelli che “potevi farli in qualsiasi modo che tanto si vendeva lo stesso” – a quelli attuali “che solo per il concept, il designer, il rendering, lo styling e lo shooting hai finito il budget”, io leggo la nostra storia e le evoluzioni degli ultimi 30 anni.

azienda2
azienda5

Lineabeta ha scelto di parlare la lingua della sua terra natale, dichiarando
in questo modo non solo il suo profondo amore per il territorio ma anche la sua volontà, in un certo senso, di restare con i piedi per terra.

Proponendo prodotti che offrano a tutti la possibilità di arredare il bagno con pezzi di design accessibile, democratico, ironico. Giovane, facile, frizzante. Everyday design, appunto. Quello adatto anche a una generazione di trentenni senza certezze che non vuole perdere né le speranze né la voglia di circondarsi di cose belle, anche e soprattutto in casa. Perché, come dicono loro: “a fare le cose belle che costano tanto sono capaci tutti”.

Questa azienda è una di quelle che hanno visto “sbocciare” la stanza da bagno. L’ha vista trasformarsi da ambiente
di servizio a stanza da mostrare con orgoglio, da luogo prettamente funzionale, quasi da nascondere, a interno da progettare con soluzioni di design e investimenti importanti.

Ha progettato accessori e complementi quando questi erano l’unico modo per personalizzare un bagno altrimenti anonimo. E ha continuato a farlo quando l’accessorio è diventato un complemento d’arredo in grado di completare in modo discreto ed elegante una stanza da bagno con un carattere e uno stile già suo.

azienda3

Osservando le collezioni Lineabeta, da quelle storiche – progettate e sviluppate internamente – alle proposte sviluppate in collaborazione con designer esterni, leggo anche un cambiamento importante avvenuto nel modo di fare impresa

Lo leggo nella scelta di reinventarsi puntando sul design come fattore competitivo, e lo leggo negli occhi della seconda generazione Capitanio, che inizia a muoversi in un contesto radicalmente diverso da quello dei genitori.

aziendamain

E l’animo umano, che influenza il corpo fisico, è estremamente sensibile all’estetica.
Pubblico e privato, per noi di Lineabeta sono la stessa cosa:
Il bagno deve essere un luogo che ti fa sentire come a casa: pratico, funzionale e accessibile da chiunque in qualunque momento. Deve rispondere alle esigenze di tutti, senza distinzione di genere, età, abilità, offrendo sempre altissimi standard di igiene, qualità e sicurezza.